Di padre in figlia: il passaggio generazionale “in rosa”

Di padre in figlia, ovvero il passaggio generazionale “in rosa”; l’importanza che ne da un padre imprenditore quando immaginando la sua successione affida alla propria figlia il bene aziendale e familiare.

18732500 - senior man sitting on bench with adult daughter by seaOggi uno degli interrogativi importanti che siamo obbligati a porci è quello sulle sfide strategiche per le imprese familiari e ciò è fondamentale non solo per gli stessi imprenditori e per i manager d’azienda, ma anche per i loro enti rappresentativi, come la Camera di commercio, che deve dare indicazioni chiare per compiere scelte importanti per garantire la continuità, lo sviluppo e la competitività nel lungo periodo di questo modello d’impresa.

L’attuale modello d’impresa, analizzato nel dettaglio dalla ricerca “Top 500” ha evidenziato che la Brianza, pur essendo legata al territorio, è sempre stata aperta alle innovazioni ed ha saputo costruire una identità proiettata al futuro consentendo alle nostre imprese di mantenersi competitive a livello globale, diventando più forti e riconoscibili anche grazie al “modello di governance familiare”, come ha dichiarato il Presidente della Camera di commercio di Monza e Brianza. http://professional.advisoronline.it/cf-alfemminile/forum/42885-il-passaggio-generazionale-in-rosa.action.

Il Vice presidente di Assolombarda Confindustria Milano Monza e Brianza e Presidente del Presidio territoriale MB ha sottolineato che “il passaggio generazionale per le imprese manifatturiere del nostro territorio è una delle leve per la crescita e la coesione familiare e resta senza dubbio la chiave del successo.”

La ricerca sulle imprese di famiglia evidenzia le caratteristiche del tessuto produttivo di Monza e Brianza attraverso l’esame di 734 imprese Società di capitali (S.p.A., S.r.l.) selezionate sulla base dei criteri di fatturato nella provincia di Monza Brianza.

12696951 - handing over the key from a new homeHa anche indagato un dettaglio di particolare interesse nel passaggio generazionale al femminile, che assume una peculiarità non usuale nel mondo imprenditoriale del nostro Paese e che connota le imprese della Brianza all’avanguardia anche dal punto di vista culturale. E’ emerso infatti che in Brianza succede spesso e sono molte le imprese familiari che affrontano il ricambio senza pregiudizi di genere. a dirlo è l’osservatorio Aub dell’Università Bocconi.

Se in Italia è solo il 9% delle aziende a concretizzare questa pratica, nel distretto di Monza e Brianza questo accade nel 50% delle aziende esaminate che hanno già realizzato il passaggio generazionale.

Pur in presenza dell’erede maschio ed in cui c’era un’erede donna, la responsabilità della gestione dell’azienda è stata affidata a quest’ultima in quasi la metà dei casi. Un esito tutt’altro che scontato nei confronti della donna ritenuta più capace, o semplicemente più motivata e poliedrica.

Tutto ciò premesso è bene sottolineare che l’evoluzione normativa, la situazione economica del paese e il continuo evolvere del contesto socio-culturale hanno fatto emergere in modo prorompente il bisogno di programmare la successione nell’ambito dell’impresa familiare.

Pertanto è necessario attuare un processo di pianificazione che aiuti l’imprenditore e i suoi familiari a programmare razionalmente il futuro per l’impresa e la famiglia che

deve avere come obiettivo primario la continuità dell’impresa, da raggiungere ricercando un equilibrio tra famiglia, impresa e proprietà.

Per aiutare ad analizzare le molteplici implicazione che ne conseguono risulta importante il ruolo di un competente consulente finanziario che con la piena fiducia dell’imprenditore e della famiglia elabori un piano per il passaggio generazionale con specifiche soluzioni.